News:

Un nuovo spazio per le Agenzie per il lavoro?

14-07-2015

La somministrazione in Italia ed il quadro che emerge con le nuove riforme del diritto del lavoro è stato il tema dell’evento organizzato dalle associazioni Assosomm e ADAPT, che si è svolto presso l’Università di Bergamo venerdì 10 luglio 2015.

Il confronto sul tema Il ruolo delle Agenzie per il lavoro dopo il Jobs Act, ha visto aprire il dibattito dal Prof. Michele Tiraboschi di ADAPT che ha illustrato alla platea un primo excursus dell’operato delle Agenzie per il Lavoro e del ruolo strategico che esse rivestono nel creare un matching tra domanda ed offerta, in particolare soffermandosi su Assosomm e il contributo dell’associazione nel settore, che comprende il 20% delle agenzie presenti sul mercato italiano. Associazione costituita da agenzie 100% italiane, che conoscono profondamente il mercato nazionale e sono capaci di cogliere le esigenze, ora quanto mai primarie, di incontro tra mercato del lavoro e lavoratori.

A seguire Giulia Rosolen ha descritto nella sua relazione il nuovo impianto normativo italiano con l’entrata in vigore del Jobs Act, avanzando le prime riflessioni sull’impatto che il cambiamento legislativo ha determinato a livello operativo per le ApL. Silvia Spattini, Direttore scientifico di ADAPT, ha poi  approfondito il tema relativo al nuovo sistema di servizi e politiche del lavoro.

L’evento si è infine concluso con un confronto, moderato da Emmanuele Massagli, Presidente di ADAPT, che ha visto protagonisti gli associati di Assosomm e i giovani dottorandi della Scuola di Dottorato in “Formazione della persona e mercato del lavoro”.

Nel corso del dibattito il Presidente Rosario Rasizza, inoltre, ha ricordato le peculiarità del mercato della somministrazione, giovane di alcuni decenni, ma sempre più attivo ed in crescita e con un forte potenziale che tutti gli addetti ai lavori si auspicano possa essere sfruttato a pieno nel nostro Paese come già avviene in Europa.